domenica, marzo 18, 2007

Il libro degli iPiroga - 5 puntata

...Harpo amava cavalcare nelle notti stellate: lui, il suo adorato cavallo, il sapore umido della cordigliera, il sapore umido della sua inseparabile compagna di viaggio. La rivista.
Solo per veri gringos.

Ma quella notte era diversa. Harpo aveva appena ucciso un uomo. Lui che non sapeva provare dolore, quella notte lo aveva provocato ad un altro uomo.
L'odore del sangue si mescolava a quello della fagiolada.
Baro giurava di aver sentito scorreggiare il cadavere di Max Carpone. Era morto facendo la cosa che preferiva, dopo cucinare.
Harpo intanto si era allontanato abbbastanza da potersi fermare, e starsene qualche minuto a mente fredda sotto il cielo stellato. Improvvisamente gli venne voglia di rivista. Cominciò a mettere le mani nella sacca, che degli occasionali compagni di bevuta gli avevano regalato anni fa. Si erano conosciuti ad un torneo di Timesplitters.

Dove diavolo era finita la rivista?
Forse sotto lo specchio.
Il viso di Harpo sfrecciò sullo specchio. Soltanto un attimo, ma abbastanza per capire. Harpo aveva il volto di qualcun altro. Un'identità estranea per quanto sua.
Harpo aveva il volto di Baro.
...

2 commenti:

un poderao ha detto...

eccellente!

rodrizio confuso e felice ha detto...

patentato cosiiiii