mercoledì, marzo 14, 2007

Brànzino

Un giorno ho visto una luna blu, riflessa sul quadrante del mio Breil; toccatemi tutto ma non gli ebrei. Un sommergibile, un gabbiano; dentro la valigia? Niente! Un contrabbasso suona spietato, è lo scozzese, dentro la sua testa: niente! Anzi, un mare di merda. Dico, l'avete notato? Ormai i gabbiani fanno la cacca uguale a quella dei piccioni, probabilmente non mangiano più il pesce, mangiano quello che mangiano i piccioni, addirittura si mangiano i piccioni stessi: se avessi due piccioni li chiamerei pizza e focaccia, per renderli più ghiotti, e una volta tramutati in merda, meno disgustosi. O forse ha ragione il profeta quando dice "quando mangio merda, non sempre cago zucchero", il cibo non centra nulla; è il contorno.

3 commenti:

teh professor ha detto...

profetico e casuale,pungente e mai lezioso:30 e lode

un maestro ha detto...

è buono qui.


è buono qui.

un maestro del calcio ha detto...

è buono buono.


è buono buono.