giovedì, dicembre 29, 2005

buon anno blog bastardo

parto x limone abbandonando ufficialmente la mia sede da malattia ovvero il divano....il peggio è passato mondo caballeros ora hai di nuovo i tuoi eroi....mentre baro lo vedrò la serpe mi sa di ni....ti auguro di riuscire a realizzare il progetto dell anno scorso irrepresensibile vecchio mio...la murena parte domani cioè quasi oggi...buon anno bloggeristi

mercoledì, dicembre 28, 2005

Albo, Alibi e Albume

un poliziesco pedagogico pensato, scritto e diretto al termine di una fase rem altamente molesta.
MATTINA
Il signor Gallina bestemmiò, e a buon ragione: sfogliare l'albo del college non era mai stato cosi noioso,effettivamente non era neanche mai andato in quel college e per la verità nemmeno mai a scuola, effettivamente il signor Gallina non sapeva nemmeno leggere ed effettivamente trovava difficile anche guardare le figure.Chiamò il suo schiavo-umano, un certo Gim, orfano, probabilmente necrofilo, amante del bridge e dell'apicoltura, non certo un granchè, ma il signor Gallina non si era potuto permettere un Watson di prima classe al mercato degli aiuto investigatori.Si, perchè il signor Gallina era un investigatore, ma un investigatore molto particolare: infatti lui investigava le cose.a volte anche le investiva.o le seviziava.Jim entrò vestito come la sera precedente, sera a cui risaliva il loro ultimo, coatto e forzato, rapporto: le catene gli chiudevano i polsi crivellati dall'eroina e il suo trench di pelle e i baffetti alla Clousou(il signor Gallina andava pazzo per quel tipo di feticismo) erano ancora imbrattati del vino e della nutella con cui il signor Gallina lo aveva ubriacato e umiliato al convegno delle aspiranti suore della niege la sera passata.Poi il telefono squillò...
continua...
sarò
IL SERPO

sabato, dicembre 24, 2005

DIURNO (modificato al termine di una fase rem altamente molesta)

(si si vabbè questa parte potete pure leggerla ma non è nulla di eclatante, il bello arriva qua)
vestibolo di sodoma e gomorra,
genesi del frutto del peccato,
rimpatriata stoica di amicizie saffiche:
semplicemente: diurno

*powered by: "tu lo conoschi sergiomarioschi?"

(qua)
le vacanze iniziano in un momento preciso. è ininfluente se siano le cose che succedono a determinare l'inizio delle vacanze o se sia la presenza delle festività natalizie a portare con sè un mare di eventi(oppure "meri avanzi").le vacanze arrivano in un momento preciso: quando l'unica cosa che ancora ti fa ridere è "Rita Lava Montalcini: un vulcano di idee", quando il pensiero che riuscirà a tenerti sveglio fino ad ore che solo suore e viados conoscono con gli occhi aperti è "e se la mia professoressa di greco e latino fosse negra?", quando inizi a tirare le somme in modo, diciamocelo, commovente, proprio come alla fine di ogni puntata di scrubs, quando guardi un qualunque programma tv e l'unica cosa che ti auguri è che da un momento all'altro salti fuori un nano, quando inizi a farti troppe domande su quell'ambiguo guardiacaccia delle fiabe, ecco proprio li' arrivano le vacanze.
vorrei che fosse già pasqua:il nasale è cosi' Fandango!

venerdì, dicembre 23, 2005

eheehehehhehe

tu lo conosci sergiomaria? vai qui!!!http://rifleman.altervista.org/friendtest/test.php?usr=esperio

fuori

oggi sono uscito...x farmi le analisi....sono appena tornato...di nuovo qui...chiuso...domani è la santa notte?!devo uscire.....almeno x la MESSA...eh no la MESSA non si puo saltare...le analisi sono servite a qualcosa...ho un buco nel braccio di nuovo e ho riassaporato l'aria...ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh............profumo inebriante di ossigeno...via don bosco è stata il mio paradiso...ho visto persone...ho visto fuori...non è ancora primavera anonimo sublime!ma x me è come se lo fosse...rinascerò in inverno...entro domani uscirò di qui......per sentire di nuovo quel profumo....il profumo dell'aria...(perchè nn instauriamo la tradizione di odorare le palme di piazza delle palme le palme delle palme dei piedi?)...il profumo di fuori

mercoledì, dicembre 21, 2005

tra mille anni finalmente ci commenteranno

TRADUCI E COMMENTA IL BRANO SEGUENTE.
Aspettando l'orient express per andare a scuola stamattina, mi ritrovai in quel che a prima vista sembrava essere un livello del gommoso pallone rosa di casa Nintendo. pensai che senza la giusta attrezzatura non mela sarei cavata in quel brulicante pianetino di insidie e trabocchetti, ma sapevo che solo il fandango mi avrebbe potuto aiutare in quel mondo generato (non creato) da un sogno malato e probabilmente deturpato(o addobbato?) da alcune tra le più devastanti droghe sintetiche.inutile tentare di apprendere il fandango inghiottendo il mio avversario...senza il fandango ero perduto e perso e senza il coefficiente mistico del baffuto idraulico al mio fianco sapevo che un altra avventura irascibile e maliziosa, avrebbe presto preso piede. Il fandango che mi serviva poteva essere dovunque: dovevo trovarlo! [...]
Baro Invisibile
COMMENTO DELL' ALUNNO QUADRATO "GIANNI" TRAFALGAR
un pallido mattino pieno di gaudio e trepidazione attende Baro Invisibile nel paradossalmente brave intervallo che lo separa dall'arrivo del treno che lo porterà verso un mondo lontano e sconosciuto: la scuola. Probabilmente inteso dall'autore come sede del sapere e delle buone intenzioni.La collocazione temporale nel mattino potrebbe essere un voluto riferimento dell'autore ad una sua probabile abitudine: sollazzarsi con prostitute d'alto borgo nelle ore più tarde della notte e bevendo latte con uva passita.Il riferimento dotto al mondo videoludico è la chiara dimostrazione che l'autore in questo carmen fa sfoggio di uno sfondo sapienziale non indifferente per l'epoca.Il fandango era un animale-simbolo dell'Italia della prima decade del secondo millennio, secondo la leggenda narrata nel videogioco sapienziale infatti "Hamtaro vs le Fandango" (presumibilmente di origine iberica o andina) il fandango si alleò col popolo italiano (o italo-americano per alcuni studiosi) impersonificato in questo caso da un baffuto ingeniere idraulico di nome Mario.
L'autore invece, proveniente dal Savonese (identificato oggi nella provincia di B.di C.) apparteneva al gruppo online degli Ipiroga, che a quel tempo spadroneggiava nella rete telematica alla ricerca di nuove esperienze stilistiche.Pare però che vivessero questa ricerca con rabbia e frustrazione infantile, forse perchè non facevano abbastanza sesso (o, per altri studiosi, addirittura troppo!).

lunedì, dicembre 19, 2005

dietro un anglo una voce: "il bolero è la vita"
non avevo mai avuto il coraggio di dirlo..

un tram chiamato Desirè

espongo a Vossia il mio piano diabolico quipresente:
lo espongo:
diciamocelo amici del fandango; non tira un'aria buona buona in quanto a visitatori da queste parti e lo sfortunato contatore appuntato dal non ancora appuntato mr.Anonimo del Subliminale non fa che allarmare lo sconcerto già scaturito tra i quipresenti, nonchè in Vossia.i numeri sono pericolosamente nonchè oltraggiosamente troppo bassi se consideriamo la mole di genio ed estrosità e, perchè no? di bugiardaggine speciosa ma buffa...questo non è altro che un offesa per mea e per Vossia.un offesa e un oltraggio. e quindi vi esorto, per seguire la vecchia e amata regola di rispondere a peter pan per focaccia, a seguirmi in questo mio intricato ma quanto mai spassoso e, perchè no? istericamente onirico nei confronti della tradizione, che adesso vado ad esporre:
lo espongo:
tutto sta nello scrivere grazie ad intricate macchinosità fatte di ricerche e imbrogli un "qualcosa" che racchiuda in se tutte le principali parole cercate nei modernissimi e quanto mai, perchè no? gracidanti fandonie MOTORI DI RICERCA ON-LINE.capito?
quindi ora, espongo ciò che ho prodotto seguendo questo sogno e questo ideale per attirare col nostro mellifluo canto di sirene i recalcitranti numeri oltre la soglia del vergognoso:
lo espongo:
" donne nude gratis con rom gba di pokèmon contro Bambola Ramona nel fango in Vietnam su macchine sportive parlando di Wrestling e Porche e seghe elettriche. sciare su vini tipici in snowboard non è mai stato cosi risultati serie A "

cosi' è se vi pare eh?

murena rinchiusa

guardo fuori....quando finirà tutto questo?uscirò in tempo x la coppa del mondo?gli altri due caballeros non mi sentono....vi siete accorti che siete uno in meno?la tristezza mi opprime...sto perdendo i miei anni migliori chiuso qua dentro....ma chi sono io?marylin?o la seconda moglie di godere garibbo?vi osservo da qui savonesi..ma tornerò..fra moglie e marito non ci mettere una murena e un garibbo...e un gabibbo...sarà dongiovanni...orato...orata...non lancerò i botti di capodanno da qui..orata...cosi è se vi pare

venerdì, dicembre 16, 2005

non fare nomi

shhhh
senti Gregorio?
tutto riposa qui intorno...
...la città riposa...
...Silvia riposa...
...la cosa importante è non fare nomi...
...cosa Gregorio? non debbo fare nomi?
beh io non lo farò, mio caro stanne pur certo!
cosa Gregorio?ho già detto 4 nomi? perdono!perdono a te o Gregorio!
mi spiace...volevo solo farti vedere che tutto riposa qua intorno...
...e come dicevo tutto riposa...Silvia riposa..
..già già hai ragione Gregorio!non debbo far nomi!perdono perdono però non gridare...non debbo far nomi...
...ecco nel silenzio una mano...una mano che passa sul seno...poi sul coseno: è ancora piccolo ma crescerà!
silenzio ora....shhhhh....è notte fonda ormai....buonanotte...buonanotte....buonanotte....


*Ah, Gregorio è il mio sfintere...se voi o i vostri cari portate questo splendido nome non ritenetevi offesi, per piacere, in fondo è Natale.(nel senso che Gregorio è un nome d'arte)

por te baro

senteme mucho:un çalaveras spezzato è spezzato por siempre.nessuno lo puççerà piu nel latte.porçhè è spezzato
BOLERO!
E QUI LO DICO E QUI LO NEGO..

tu fai la voce chioccia e io faccio scoppiare una faida

sei un ladro:
ladro di battute (e niente battute, o patte, sul culo...*tutti gli omosessuali in sala tirano un sospiro di sollievo)
ladro di negri (the triangular trade)
ladro di ricci (sonic the hedgheog)
ladro di castagne (baro surfante)
ladro di attenzione (sono alla ricerca di una malattia che mi faccia compatire più di te)
io non fingo mai (mai mai mai)
neanche l'orgasmo
e neanche la maionese
"dai amore scusa se ho finto la maionese ma..."no, questa non è una scena che si vede nella mia vita.da quando ti sei preso la mononucleottica ti credi CHISSàCHI ma io so che CHISSàCHI è il nome del figlio del Grinch.anzi adesso ti rovino il natale, a te e a quell'altro di un guerrigliero hardocore dell'Anonimo del Subliminale, che avendo "some falling to do" (ciò sparare e gridare "sher good") non scrive più sulla piroga e non è più neanche pirandelliano, vero?
beh ho già in mente come distruggere il natale:
-dire a tutti chi è il cattivo di King Kong(per rovinargli la sorpresa).
-farti la cacca addoso.
-farti fare la cacca adòsso.
-farti fare la cacca addosso da King Kong.
-varie ed eventuali e un tiro salvezza contro soffio del drago.

ah, seminare zizzania non è mai stato cosi fandango

e se la ricci fosse negra?

5°giorno di malattia...hanno scoperto la penicillina e sto finalmente meglio...domani la lazio la sbaraglio io...mi sono giunte voci della scena madre di anna di oggi....grande teatro...ma perche non aspettate anche me x dare prova del vostro valore di attori?anonimo del subliminale dammi maggiori notizie...perche quel FINTO del baro oggi ha FINTO di stare male e non è venuto in prigione...io sto male chiaro?solo io SOLO IO NESSUN ALTRO...tutti devono andare...in piu con l'assenza di domani mi gioco la manciata di crediti delle assenze...capovaloro della mononucleosi...anonimo dimmi qualcosa del mondo...brilla ancora il sole là fuori?è già primavera?rispondi....te prego

giovedì, dicembre 15, 2005

falscie mietitrisce

I love "falce meretrice".un componimento in nove noni.inficiato dal malus sul tiro salvezza contro verghe e bacchette.

mà si, vièni purè o fàlce, mièti purè lè nostrè facciè mèretrici, pàsci pùre i nostri greggi felisci, gòdi dèi frùtti dèi vèrri in fàscie.
Prenditi tutto ciò che è nostro, a patto che ci mozzi la testa, dai si mozzacela, mozzacela!
Prendi pure le nostre vacche felisci e produci col loro latte al posto nostro: fanne brie e stracchini, robiole per bambini!oppure mozzarelle, e poi mozzarellaci il capo.
Rinasceremo comunque con nuove teste di lavatrice.
e ci chiederemo COMUNQUE qual'è il plurale di "t'amo pio bove"!

Coraggio mononucleolitico

se saro' triste pensero' al Fandango
versero' Tequila al posto dell'antibiotico dal sapore dolciastro
e riderò di voi persone vere...

mercoledì, dicembre 14, 2005

lungo decembre

non baciate la cornetta per l'amor de dios!
non mangiate cornetti per l'amor de dios!
"l'amor verdadero morde" proverbio Brasiliano di Brasilia.
a propostio di brasilia!
riporto qui di seguito l'inno dell'anonimo bérnàbèò:
"oooooOOOOOoooo anonimoooooooOOOoo
BérnàbèèèèèèèèèèèèèèèèoooooOOOOooo
oooooOOOoooo como es anonimooooooOOOoo
oooooOOOooo*"

*"o anonimo bernabeo/
nel nostro cuore sempre tuo/
il nostro parroco ti bastonerààààà/
se bernabèo non tiferààààà/
il cuore, la patria l'onore/
la luna nell'altra metà/
ollallà/
chi non tifa bernabeo è una bestia e un altalena/
ripetiamo con altra lena:/
chi non tifa bernabeo è una bestia e un altalena.
fin."
traduzione a cura di gigi rizzi e dell'ammiraglio Pinkerton.

dottor Livestrong I suppose.
(ci scusiamo con il dottor Livinstong che attualmente sta suonando la sua tromba sulla luna.)

le uova assolutamente no

3°giorno di reclusione:sono qui che ammiro le introflessioni del mio palato..la parte sinistra del mio cellulare quando non ne ha piu voglia mi abbandona..ma io a destra non andrò mai...paolino di canio muori...dovro stare qua dentro ancora a lungo...farmi nuovi amici...ma lui proprio non lo sopporto...L'ANTIBIOTICO DAL SAPORE DOLCIASTRO......NOOOOOOOOOOOOOOO...dopo una candida giornata trascorsa a contare i puntini colorati che solo io posso vedere o a imparare a memoria tutta la programmazione di italiaone...xk la rai ci fa cagare...arriva lui...L'ANTIBIOTICO DAL SAPORE DOLCIASTRO a rovinarmi la festa...xk tre episodi di topo gigio in un solo pomeriggio sono una festa...quando siamo malati facciamo le scelte piu importanti...il morbo mi ha illuminato la via...la luce mi porta a scegliere topo gigione piuttosto k le witchstshstshsst...e questo xk spongi lo danno un giorno si e uno no...e non posso mangiare le ove...sarà un dicembre lungo

martedì, dicembre 13, 2005

grande città vita


ho visto un uomo con un microfono legato al collo da una corda.
corda probabilmente appartenuta al giogo del cavallo del suddetto.
...sedicente eh?

domenica, dicembre 11, 2005

qualche querela qualsiasi

nudi nella nostra piroga superiamo gli altri concorrenti.nudi perchè cosi siamo più aereodinamici.concorrenti perchè, proprio come noi, concorrono.e superiamo maestosi pedalò e barche a vela.Non ci spaventa la "bella del fiume" e mostriamo irriverenti il medio quando sorpassiamo giovani fancazzisti inca sui loro ippopotami di stagno.
dolce è remare, su questa piroga.
obbligatorio è vincere, su questa piroga.
arrivare è essere i primi, su questa piroga.
ma il tempo di fermarsi all'autogrill si trova sempre e rustichella e cappuccino sono l'anticipazione del calice della vittoria.
anche senza patente, anche senza piroga.
da due ore cerco di trovare la foto di un picchio su internet
non lo ancora trovata, questo lascia intendere quanta sia la violenza nella rete

LA VIOLENTA NELLA RETE???
si, vai pescatore! con uno squarcio lungo il viso cme una specie di sorriso
colpisci con quel mezzo marinaio che ti ritrovi e poi?

e poi ti assopisci e, brutto porco! che la beata verginità le tolsi: assassino!, russi anche

russi?

sabato, dicembre 10, 2005

solo e pensoso
sgranocchio
a morsi tardi e lenti
un kebab troppo freddo per essere mangiato..solo

..no! non sono solo!
una salsina al cetriolo e iogurt!
e cosa vedo? del vino passito?
Niente male codesta compagnia!

sterno cleido masto ideo

Il verro sullo scoglio sogna.Sogna che murene dorate un giorno vengano a leccargli i piedi unghiati con baldanza.Sogna finalmente di dormire.Di dormire un casino.Almeno per cent'anni.Sogna di svegliarsi.E di essere un verro orribile, orribile e argentato.Sul suo scoglio sogna di decidere quali nomi prendere aspettando il grande sonno sullo scoglio:
Silver Verro
Verro de Ferro
Ag Verro
Vero Verro
e sogna e sogna e sogna e sogna
e non si accorge di chi si approfitta del suo deretano scolpito dal mare per aprire bottiglie dai tappi birichini.Sogna di sorvolare un mondo bellissimo e colorato nella sua nuova pelle argentata.Sogna di mille costumi poco sani che vedrà nei paesi che dall'alto ammirerà.Sogna di decidere di comprare un nuovo paio di scarpe per se, e qualcosa per i parenti che un giorno sognerà di scoprire di avere.
Una borsa d'argento per la zia Millifred.
Una sigaretta d'argento per lo zio Huckleberry.
Un portagioie d'argento per lo scià di Persia, con tanto, tanto, affetto.
Sogna di stufarsi di tutto ciò.Di decidere di tornare allo scoglio per svegliarsi e risognare qualcosa di più perfetto.Sogna di essere insoddisfatto e gongola beato sullo scoglio su cui sogna: si sente superiore.Si sente superiore e gongolando ride e sobbalza, si muove e scalcia, e pur continuando a sognare il nostro verro cade in mare.Sfasciandosi i lobi frontali contro lo scoglio.Sognando di morire distrutto dall'indedia.Morente viene salvato.Posato in un selciato.Sogna un serciato blu.Si sveglia in ospedale.E ci sei tu.Gli consigli di sognare ancora. Sognare sognare sognare.Riportato nel suo mare il verro si accorge che non sa più come fare.Sognare?

Si, sognare un lento fermento, qualcosa dentro, qualcosa di mai pronto, qualcosa che nel mentre sopravviva a lui che l'ha creato(peccato?): e il verro sogna un verro su uno scoglio che sogna di sognare di inventare il semaforo...e lieto si addormenta.

faccia da murena

ieri la salivazione era alle stelle.guardo il mio collo e mi intristisco eppure...eppure..le polpette le mangio...senza problemi...come può un fiume alluvionato allagare le vie senza oltrepassare gli argini?come può un piccione non amarmi come lo amo io?è un foedus piccione...e io lo bacio lo bacio lo bacio LO BACIO..ma lui niente non ne vuole sapere di me...poi mi ammalo e non riesco a spiegarmi il perchè...come può un amore puro non sapere di pan grattato per le polpette?le ghiandole ti fanno cambiare..all'improvviso il pesce sega ride quando lo accarezzo con la mano...poi lo ributto nell'arno...è li che deve stare..con le murene..passo cosi tanto tempo con le murene che mi sto affezionando a loro...agli studios saran cent'anni che pensano che sono morta..ma io sono qui con la mia faccia da mononucl...murena......pardon

I TRE CABALLEROS

I TRE CABALLEROS

nottambulo

nel cuore della notte la mia ovulazione, il mio periodo fertile
mi alzo di soprassalto, mi trascino davanti al laptop
e gli parlo
e lui mi parla
e ci si consola a vicenda, davanti ad un buon bicchiere di squallido Jack Daniel's

e io gli parlo
e lui mi parla;
brindiamo, "a noi", diciamo,
coscienti tuttavia che il liquido non servirà a riempire la stanza troppo grande per un
"neanche uomo" e per un "neanche computer"

ma ci si illude di non essere soli
postando su di un blog che almeno lui
non dorme..

al mio braccio oste ordino
"altro wiskey!"

venerdì, dicembre 09, 2005

animato dal mio gusto un po' retrò per le polpette
ne afferro una ed a gran voce esclamo:
questa è mia e guai a chi me la tocca

...polpette...polpette...polpette...
io non so com'è nata questa cosa qua...e come poi è cominciata
sarà stata mia zia
con le sue polpette anni '50
a contagiarmi in questa mia maniaaaaaaaaaaaaaaaaa.....

"Sayonara, Madama Butterfly!"

il tuo fidanzato mi odia
esco dalla porta chiusa della chiesa nel porto e porto con me una botte di Porto chiusa.
Porto dopo incontro Portos, amico di Laudisi, e con lui divido il Porto che ho portato dalla chiesa ormai chiusa.Porta miseria.
Me misero: divido un monolocale con un playmobil mononucleico con la fissa per i monocoli, poi un giorno volando volli comprare un monopattino ma mi accorsi che sarei diventato una persona monotona.
Cosi è un pò successo quel che è successo.
Colpa del fascino dei buchi neri, credo.
...
e ora il tuo fidanzato mi odia
...
Pirandelliano vero?

NOI RISORGEREMO!

abbiamo conosciuto tempi migliori
tempi in cui pioveva sul bagnetto e le caprette giocavano a domina sotto le panche,
tempi in cui le ricette di Nonna Papera per farsi le seghe reano solo un brutto ricordo

tempi in cui i blog cadevano sotto la travolgente forza del progresso,
tempi in cui cominciava la guerra santa dei piroga

ma adesso saliva, wischey e "vergini" pazze
ci attaccano mononucleosi e malattie veneree
e diarree ci lassano l'animo

ohi lasso...

e così talvolta capita di credere

di avviarsi sulla via della decadenza
ultimo e magnifico periodo della nostra arte immorale

e poi forse, ritrovando un giorno in un sacchetto di patatine il nostro cenere muto un bambino
morirà avvelenato,
e con lui sua madre
e noi felici
risorgeremo scapoli in cerca di nuovo amore

anzi servi di un vecchio amore:
faremo di tutto,
per non morire l'aRte
NOI RISORGEREMO!

martedì, dicembre 06, 2005

E' un periodo duro.Facciamo temi mediocri e rispondiamo "capita".Un vecchio si lamenta della doccia a gettoni e commentiamo con un "succede".Da quando il re è nudo molte cose sono cambiate.Per quanto ne sapete, da domani l'acqua del vostro water potrebbe essere sciaquonata nel senso opposto, se continuate a non farci caso.E l'acqua del vostro Walter? Dio non voglia che abbiate un pesce di nome Walter (o Wanda per le femminucce)! E Dio non voglia che abbiate ribattezzato il "vostro pesce" Walter (o Wanda per le...un attimo....le donne non dovrebbero avere un "vostro pesce"....o si?)

compro donne
compio doni
conto doti
colon dritti

puntini puntini puntini
FONDAMENTALMENTE: I PIROGA
A poco a poco, "poco" diventa di più

Non farti illusioni marylin

lunedì, dicembre 05, 2005

Penne al Pesto Palace

allora allora allora
sullo sfondo, come sempre, c'è il fandango: muto e instabile, si fa beffe della nostra invisibilità e si masturba con spugne di ferro.
In primo piano cè un baro invisibile che distrugge i bagni Arci a botte di creppi e centrifughe, esasperando bionde e nani carichi di bottiglie.
In compenso ci sono persone per bene vestiti al buio ma storti come ganci, e donne infuriate come tigri.
In sieme al seme dell'ingiustizia (che gran colpo gobbo) ci sono i Tiromancino, allupati come cani&cagne, a cui diventa grande in un tempo piccolo per l'emozione.
In me cè un bambino bruno soprannominato "lindenburg" che scalcia e strepita.
In fondo alla bottiglia è rimasta ancora un pò di funda gommosa: è buona da masticare.
In sostanza il contenuto delle mie giornate si può riassumere in "smerigliare pallido e assorto".
In fede, ritengo che "sono io che ho perdonato a loro tradimenti e imbrogli. Perchè ammiro sempre il coraggio anche nei masnadieri. Ma uccidendo la contessa de Winter hanno usurpato i poteri dello stato!"-"Ma quella assassinò Baccking...Bucking..Buckck..? insomma....Beckhamp?"
In torno penso che un vecchio al tornio produca molto di più di me anche se mi venisse data una mula da usare a piacere.Oppure un pentacolo di polli nani, ma questa è un'altra storia e sarà raccontata un'altra volta.
In mezzo stiamo io e una lavatrice.Una volta lei lavava, e io mi lavavo.Ma era giusto per farle compagnia.Niente di serio.Ora lo sa il diavolo cosa fa...penso ascolti "you're gorgeous" dei Babybird...bird bird bird....bird che vuol dire uccello...uccello....i Lynyrd Skynyrd...free bird...un grande assolo...uccello libero...pernici a spasso per la città...uccello libero...rasenti ai muri...tappi che portano le bottiglie di cui sono alla sommità...uccello libero....uccello...libero!

sabato, dicembre 03, 2005

natura morta

eleganza e ricerca di un'espressività a dir poco magistrale rendono la dama con ermellino un autentico capolavoro;
come non notare il sigaro di squisita originalità e sobria fattura
je t'aime ermellen!(ti amo ermellino!

venerdì, dicembre 02, 2005

FINALMENTE in tre

tre caballeros
sulla stessa piroga
tre come i miei capezzoli
tre come le palle di gelato sul CONO
tre come gli anni di meno e del grande real
tre come le nacchere
tre come le chiacchiere
tre come il voto di mate dell' anonimo del subliminale
o forse era due
tre caballeros
sulla stessa piroga
tre come le espressioni facciali dello stor*o
stor*a a destra
stor*a a sinistra
stor*ta davanti
tre cervelli
tre intelligenze sublimi
tre infiniti di leopardi
tre calaveras
tre caballeros
sulla stessa piroga

ebbri quei giorni che passano senza di te....

"Stai attenta a dove metti i piedi" disse la madre, spolverando il vecchio costume da ghiacciolo.
Ma la bambina non aveva i piedi.

E mamma era una pernice.